Università Facoltà di Diritto Canonico www.iuscangreg.itCIC/1983CCEODiritto vigenteFonti storicheGiurisprudenza STSAAccordi internazionaliSiti webLetteraturaBibliografia canonisticaMotori di ricercaLinklistMappa sitoDocentiNostri maestri
Giurisprudenza della Segnatura Apostolica in materia contenzioso-amministrativa
 
 

Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica
Decretum Congressus del 14.06.1983, Prot. N. 13557/81 CA


Parte attrice Rev.dus X
Parte convenuta S. Congregatio pro Religiosis et Institutis Saecularibus
Diocesi Nemausen.
Oggetto Dimissionis
Pubblicazione W.L. Daniel, Ministerium Iustitiae, 107-110
LE VI, n. 4983
G. Lobina, «La motivazione dei decreti amministrativi», ME 108 (1983) 288-289
Download
Traduzioni angl., W.L. Daniel, Ministerium Iustitiae, 107-110
Contenuto Recursus non admittitur ad disceptationem.
Fonti 
?
Legenda
 
Canoni del Codice 1983
Sono riportati nelle fonti tutti i canoni che si leggono nella parte in iure e nella parte in facto delle decisioni.
Sono riportati in grassetto i canoni che costituiscono l’oggetto principale della decisione o sui quali la decisione enuncia un principio di interpretazione.
Sono riportati in corsivo i canoni del Codice 1983, che
- non appaiono nel testo della decisione ma dei quali la decisione tratta;
- sono corrispondenti a canoni del Codice 1917, de quali la decisione, anteriore al 1983, tratta.

Altre fonti
Sono riportate tutte le fonti che si leggono nella parte in iure e nella parte in facto delle decisioni.
CIC can. 696
Massime
1. Graves adsunt causae pro dimissione sodalis ob violationem voti paupertatis in dispositione bonorum instituti necnon in acquirendis aedibus et praediis sine consensu Superiorum.1. Ci sono gravi cause per dimettere un sodale a motivo della violazione del voto di povertà nel disporre dei beni dell’istituto e nell’acquisto di case e terreni senza il consenso dei Superiori.

Autore delle massime in lingua latina e della traduzione in lingua italiana: © G. Paolo Montini